Proseguono gli investimenti del Gruppo IRV per riuscire a fornire un servizio sempre più performante e ampio ai propri clienti grazie a diagnosi più accurate e dettagliate: a integrazione delle attrezzature radiologiche che già possiede, come il telecomandato digitale con tomosintesi, il mammografo digitale con tomosintesi, la risonanza magnetica 0.4 Tesla e altre ancora, il Gruppo IRV si doterà a breve di una nuova TAC Total Body.

La TAC è un’apparecchiatura essenziale per approfondire una diagnosi dubbia o un sospetto diagnostico laddove necessario e come follow-up di malattie soprattutto tumorali: abbiamo deciso di fare quest’investimento per garantire ai nostri pazienti risposte sempre più precise grazie alle tecnologie più evolute presenti sul mercato in questo momento”, commenta il dottor Paolo Pierini, presidente del Gruppo IRV.

Il tomografo computerizzato il GE Lightspeed VCT 64, sistema di punta della famiglia di GE LightSpeed, è in grado di catturare in un secondo immagini di un cuore che batte in cinque battiti cardiaci o di un organo e può eseguire una scansione total body in dieci secondi, più di due volte più veloce di un convenzionale scanner multistrato.

Le persone che si rivolgono a noi – aggiunge il dottor Pierini – sono consapevoli del fatto di poter contare su professionisti supportati da apparecchiature adeguate e tecnologie all’avanguardia di altissimo livello. Questi sono i punti di forza della nostra struttura che svolge un ruolo di primo piano nel settore sanitario della nostra Regione. La radiologia è la peculiarità che da sempre contraddistingue l’attività del Gruppo IRV: questa nuova TAC rappresenta un ulteriore potenziamento delle apparecchiature radiologiche già in uso, andando a colmare un tassello mancante nella catena della radiodiagnostica”. 

Aosta, 26 aprile 2018