L’agopuntura è una branca della medicina tradizionale cinese che si è diffusa in Occidente perché efficace, priva di effetti collaterali, non interferisce con i farmaci della medicina occidentale, estremamente economica e semplice da utilizzare anche in un contesto ospedaliero.

In Occidente l’agopuntura è molto utilizzata per la terapia del dolore, ma questo è solo uno dei suoi campi di applicazione: già più di vent’anni fa, infatti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva incluso diverse malattie del sistema nervoso, osteoarticolare e ostetrico ginecologico, nell’elenco delle patologie in cui l’agopuntura è sicuramente efficace e può essere utilizzata come alternativa o in modo complementare ai farmaci.

Il dolore cronico affligge circa dodici milioni di italiani e in circa 4 milioni di casi il problema è l’osteoartrosi, nel 70% lombalgia, seguono la cefalea e i dolori neuropatici periferici. Il dolore viene definito cronico se persiste dopo la guarigione o se non è collegabile a una patologia scatenante: mentre il dolore acuto è considerato sintomo di una malattia in atto, il dolore cronico presenta caratteristiche tali da poter essere definito una malattia a sé stante.

Le persone affette da dolore cronico soffrono anche di disturbi del sonno, depressione, affaticamento, e vedono ridotte le loro facoltà intellettive tanto da richiedere interventi terapeutici multidisciplinari. Negli ultimi anni, sempre più pazienti si rivolgono alla medicina complementare per la cura delle patologie dolorose acute e croniche e, tra le diverse possibilità terapeutiche, l’agopuntura è tra le più consigliate in virtù dei suoi positivi effetti terapeutici e delle evidenze scientifiche, sempre più numerose, che ne giustificano l’utilizzo.

I principali effetti dell’agopuntura sono quello antalgico, quello decontratturantemiorilassante, il cui effetto immediato deriva prevalentemente da quello antalgico, quello vasomodulatore-trofico e sedativo, effetti che possono da soli o in associazione ai farmaci, in un quadro di terapia medica integrata, dare sollievo ai pazienti affetti da patologie dolorose.

Dott. Giuseppe Lupi

Al link seguente potete scaricare il pdf completo della Newsletter del Gruppo IRV:

newsletter-01

Aosta, 30 agosto 2018